Ogni anno il Granello di Senapa propone dei progetti già strutturati, realizzati in proprio o in collaborazione con altri enti del territorio, ai quali le scuole possono aderire, alcuni anche completamente finanziati e quindi gratuiti.

Non esitate a contattarci per avere maggiori informazioni e per valutare insieme le varie possibilità!!!

PROGETTI 2013-2014

I CARE – CITTADINANZA E COSTITUZIONE
Il progetto, pensato in occasione della ricorrenza dei 150 anni dell’unità d’Italia, ha come obiettivo quello di accompagnare i giovani e i loro insegnanti nell’educazione alla cittadinanza attiva partendo dalla scoperta della nostra Costituzione, perché tutti possano sentirsi cittadini partecipi e responsabili, che esercitano diritti e rispettano i doveri della società. In altre parole, conoscere gli articoli della Costituzione, stimolare i giovani a sperimentarsi nella cittadinanza, a prendersi delle responsabilità nel loro contesto, con creatività e senso critico. Finalità per i giovani è quella di ideare un progetto di partecipazione sul territorio a partire dai valori della costituzione italiana. Il progetto, realizzato per la prima volta nell’anno scolastico 2010-2011 con la collaborazione e co-finanziamento della Provincia di Reggio Emilia e dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, ha visto la partecipazione di 23 classi delle scuole superiori della provincia di Reggio Emilia. I risultati del progetto sono visionabili sul sito www.cittadellacostituzione.it

Per il progetto abbiamo richiesto e quasi certamente ottenuto il patrocinio della Presidenza della Repubblica Italiana.

Destinatari: classi dalla 1° alla 3° superiore

Articolazione del progetto:

–  Tre incontri di due ore (periodi) in classe più un incontro di un’ora di verifica
–  lavoro di approfondimento di un articolo della carta costituzionale e di conoscenza da parte degli studenti dei bisogni della propria realtà territoriale
–  elaborazione scritta di un progetto di cittadinanza

Per informazioni:  Chiara Burani

 

L’ISOLA DEI MAFIOSI
Il progetto nasce dalla necessità di dare una risposta formativa e concreta alle richieste del territorio reggiano e, in particolare, dei giovani sulle tematiche legate alla legalità e alla criminalità organizzata.
Obiettivo del progetto è quello di promuovere una cultura, all’interno dei contesti scolastici, sulle tematiche riguardanti i diritti, la legalità, la giustizia e la lotta ai modelli di relazione che si basano sulla prevaricazione e annullamento dell’altro. Si intende inoltre fornire ai ragazzi  contenuti legati alle mafie e alla loro azione sulla quotidianità, formare ai temi della legalità e della giustizia, promuovere forme positive di comunicazione.
Il Progetto non è rigidamente strutturato in un percorso ma prevede isole di approfondimento da organizzare con l’insegnante a seconda delle necessità della classe: i meccanismi delle mafie, testimoni coraggiosi, mafia e territorio, business, ecc.

Questo progetto è frutto della partecipazione del Granello di Senapa ad un tavolo progettuale del Comune di Reggio Emilia e altri enti del territorio reggiano (associazione Libera coordinamento di Reggio Emilia, associazione Papa Giovanni XXIII, consorzio Oscar Romero, associazione Co.lo.re, Giovani contro le mafie) nato per coordinare le attività formative di tutti gli attori che lavorano nel territorio reggiano sui temi della legalità e della lotta alla mafia. Obiettivo del tavolo è proprio evitare la frammentarietà delle proposte ed arrivare ad una progettualità condivisa e unica, dove ogni attore fornisce le proprie competenze e specificità.
Destinatari: classi dalla 1° alla 5° – per le classi 3°, 4° e 5° è possibile anche richiedere un approfondimento sul tema del carcere.

Articolazione del progetto:
– 3-4 incontri da 2 ore ciascuno in classe
– possibilità di richiedere una testimonianza di chi lavora a Reggio Emilia sul tema della legalità
– possibilità di organizzare una gita di più giorni in luoghi del sud Italia dove operano realtà che contrastano la criminalità organizzata (in collaborazione con Libera)

Per informazioni: Enrico Cavatorti

 

CIBO TRA RISORSA E SPRECO – progetto sulle problematiche legate alla distribuzione alimentare
Questo progetto è un’azione di un progetto più ampio dal titolo “Una rete per un’azione solidale” promosso da 20 associazioni di volontariato della val d’Enza e sostenuto da DarVoce, centro servizi per il volontariato di Reggio Emilia. Il Granello di Senapa collabora al progetto realizzando incontri di sensibilizzazione nelle scuole sui temi della “solidarietà, cibo e stili di vita” in modo da trasmettere ai ragazzi il valore del cibo, inteso non solo come consumo ma anche risorsa. Il progetto prevede il coinvolgimento delle classi in esperienze di servizio e volontariato presso le associazioni che sul territorio si impegnano nel recupero di alimenti e distribuzione di aiuti alimentari (Caritas parrocchiale, Avis, Associazione Solidarietà, Gruppo Volontariato Vincenziane).
Destinatari: scuole superiori

Per informazioni: Elisa Cavandoli

 

UOMINI IN FUGA – Progetto di sensibilizzazione alle tematiche dell’immigrazione con focus su rifugiati e richiedenti asilo
Questo progetto è frutto della partecipazione del Granello di Senapa ad un tavolo progettuale del Comune di Reggio Emilia e altri enti del territorio reggiano, cioè lo Sprar (Servizio Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Comune di Reggio Emilia, Emilia Romagna Terra d’Asilo (coordinamento regionale degli Sprar provinciali) e Caritas Diocesana.

Obiettivi
–  sensibilizzare giovani e insegnanti alle problematiche legate all’immigrazione con particolare attenzione alle problematiche e alle azioni finalizzate all’accoglienza dei richiedenti asilo e alla tutela dei rifugiati.
–  comprendere lo stato e il significato di immigrato, rifugiato, richiedente asilo; riflettere sugli stereotipi con cui siamo portati a vedere l’altro, lo straniero clandestino.
–  Stimolare la capacità e le disponibilità ad ascoltare e accogliere l’altro, dando valore alle storie e alle fatiche che si nascondono dietro ad ogni persona e ad ogni storia
Destinatari: classi 4° e 5° delle scuole superiori della provincia

Articolazione del progetto:
–  3 o 4 incontri da 2 ore in classe. In uno degli incontri ci sarà una testimonianza di una persona che ha vissuto o sta’ vivendo la condizione di richiedente asilo e rifugiato in Italia.

Per informazioni: Elisa Cavandoli

 

RAPPRESENTANTI SI DIVENTA
Questo progetto si rivolge in maniera specifica ai rappresentanti di classe e di istituto, cioè a quei ragazzi che hanno deciso di prendersi un impegno nei confronti dei loro compagni e della scuola. Non sempre però questi ragazzi assumono questo ruolo con convinzione, a volte lo fanno perché pensano così di poter perdere delle ore di lezione, a volte hanno tanta buona volontà ma non hanno proprio gli strumenti per poter gestire al meglio questo ruolo. Ruolo che invece è molto importante perché dovrebbe essere di stimolo agli altri studenti, idealmente questi ragazzi dovrebbero essere per gli altri dei modelli di impegno e partecipazione da seguire.

L’obiettivo del progetto è quindi quello di ragionare insieme ai ragazzi su cosa significa essere rappresentante di classe e di istituto, sulle motivazioni che stanno alla base, sulle buone prassi e sugli strumenti che possono essere utili al loro ruolo. Un altro obiettivo del progetto è quello inoltre di migliorare la partecipazione dei rappresentanti alla vita della scuola.

L’idea di questo progetto è nata su sollecitazione della classe 1A dell’istituto Filippo Re che ha partecipato al progetto “I care” nell’anno scolastico 2010-2011. I ragazzi, come progetto di cittadinanza, hanno proposto la strutturazione di un percorso di accompagnamento e formazione per i rappresentanti di classe e di istituto. L’anno scolastico successivo hanno poi chiesto al Granello di Senapa di strutturare e gestire questo percorso.

Destinatari: rappresentanti di classe e di istituto (gruppi di massimo 30 ragazzi)

Articolazione del progetto:
–  6 incontri con i ragazzi, di durata variabile, per un totale di 15 ore da strutturare durante tutto l’arco dell’anno scolastico
–  Il formatore che svolgerà gli incontri rimarrà disponibile durante tutto l’arco del progetto per sostenere i ragazzi nelle loro attività di rappresentanti (tutoraggio)

Per informazioni: Enrico Cavatorti

 

COME SARO’ DA GRANDE?
“Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avrete fatto che per quelle che avrete fatto. Quindi esplorate. Scoprite. Sognate.” (M.Twain)

Il progetto si pone l’ambizioso obiettivo di ridare ai ragazzi la capacità di sognare, di essere protagonisti nella costruzione del proprio futuro e di immaginarsi un domani nel quale possano sentirsi persone autentiche, realizzate e felici.

In una società dove il messaggio predominante è quello che per avere successo nella vita bisogna diventare una velina o un calciatore ed essere “amico di…”, dove la crisi economica, sociale e culturale condiziona la nostra vita e ci fa vedere tutto “nero”, è necessario aiutare i ragazzi a:

–          Avere fiducia nel futuro, non farsi demoralizzare dal difficile momento storico e culturale che stiamo vivendo;
–          Capire che il cambiamento parte dalla volontà di ognuno di rimboccarsi le maniche, per costruire insieme un domani migliore;
–          Riappropriarsi della capacità di scegliere in base ai propri talenti e alle proprie specificità, senza farsi condizionare dai modelli che vengono proposti dalla società, dai mass-media, dalla famiglia
–          Riflettere su cosa ognuno vuole essere, che tipo di persona vuole diventare, quali sono i valori che stanno alla base della vita scelta.

Destinatari: classi dalla 3° alla 5° (in particolare il progetto è indicato per le classi 4° e 5°, quando i ragazzi si trovano concretamente a dover scegliere cosa fare dopo la scuola)

Articolazione del progetto:
–  3-4 incontri in classe di due ore (periodi) ciascuno

Per informazioni: Elisa Cavandoli

 

LA VALIGIA CON LE GAMBE – progetto per promuovere la cultura dell’accoglienza e dell’affido per famiglie e bambini delle scuole primarie
L’idea del progetto “La valigia con le gambe” nasce dalle famiglie affidatarie e dal Servizio Sociale Integrato dei Comuni di Correggio, San Martino in Rio, Fabbrico, Rio Saliceto, Campagnola, Rolo in  collaborazione col Granello di Senapa per stimolare i bambini e le famiglie al tema dell’accoglienza. Il progetto è al terzo anno di realizzazion e ha coinvolto 57 classi.
Il Granello di Senapa è disponibile ad attivare il progetto su richiesta.
Destintari: classi delle scuole primarie
Per informazioni: Elisa Cavandoli

 


Gli enti con cui collaboriamo o abbiamo collaborato
– Centro di formazione professionale Bassa Reggiana, Ciofs di Bibbiano, Unione dei Comuni Pianura Reggiana, Irecoop, Co.pr.e.s.c., Università di Modena e Reggio Emilia, Provincia di Reggio Emilia, Comune di Reggio Emilia, Sprar (Servizio Protezione per richiedenti asilo e rifugiati) di Reggio Emilia, Emilia Romagna Terra d’Asilo (coordinamento regionale degli Sprar provinciali), Regione Emilia Romagna, Pro.di.gio (Progetti di Giovani, associazione di Comuni della bassa reggiana), DarVoce Centro di Servizi per il volontariato di Reggio Emilia, associazione Co.lo.re, associazione Papa Giovanni XXIII, associazione Libera coordinamento di Reggio Emilia